Share on Facebook7Tweet about this on TwitterShare on Google+1Email this to someoneShare on LinkedIn0

Sono state scattate stamattina in località Cesarò ( ME) queste foto che mostrano la formazione di nubi lenticolari che molto ricordano la forma del cappello di un fungo.
1779061_600824306662784_665048304_n 1795650_600824359996112_2052015611_n 1901990_600824189996129_998488365_n 1622222_600824206662794_820513945_n 400641_600824243329457_2023102909_n 1912015_600824149996133_1519567080_nFoto scattate in località Cesarò

Seguiteci sulla nostra Facebook FanPage

Come si può ben notare dai singoli scatti si notano delle splendide nubi lenticolari, in questo caso si tratta di un altocumulo lenticolare a più livelli, che si poggia sopra la cima del grande vulcano siciliano. Un fenomeno molto comune, specie in presenza di intensi flussi in quota, in prossimità di grandi rilievi o massicci montuosi estesi e molto elevati, come l’Etna. Non di rado, proprio sopra la cime dell’Etna, si possono scorgere queste meravigliose formazioni nuvolose che si dispongono su più livelli, una sull’altra. Le nubi lenticolari di questo genere spesso prendono il loro nome dalla forma che assumono, spesso simile a una lente. Di solito questo genere di nubi, dalla forma ellittica o di lente, si sviluppa quando un forti venti in quota, che spirano nella media atmosfera (a partire dai 1500-2000 metri), impattano le pareti di una catena montuosa o di un grosso rilievo, generando delle forti turbolenze, o meglio “ondulazioni” (variazioni della componente verticale del flusso eolico), che si propagano alla massa d’aria sovrastante la cima.(meteoweb.eu)

 

Share on Facebook7Tweet about this on TwitterShare on Google+1Email this to someoneShare on LinkedIn0